Runner per la ricerca alla 29^ Venicemarathon

Scritto da il 24 ottobre 2014 alle 10:11

COMUNICATO STAMPA

Venicemarathon solidale: 30 runners corrono per la vista

Già raccolti oltre 5.000 euro per la ricerca di Fondazione Banca degli Occhi. Tra loro tre dipendenti della Provincia di Venezia, mamme, infermieri, professionisti. In palio un premio in Vetro Artistico® Murano offerto dal Consorzio Promovetro.

 

TANTE STORIE. Luca Trabuio, Alessandro Leon e Samantha Chionna hanno coinvolto i loro colleghi d’ufficio: la maglia della maratona da firmare al bar della sede della Provincia di Venezia di via Forte Marghera e in donazione il costo di un caffè, ma poi è arrivato ben di più. Mauro Secco invece ha issato un grande cartello nel suo negozio di via San Donà a Mestre dove lavora come fotografo. Filippo Deon ha girato tra ospedali e aziende dove fa l’informatore parlando della sua impresa, Lorenzo Cappellari ha mobilitato i compagni delle tante imprese sportive realizzate in montagna, Stefano Precoma, Franco Schiavon e Piernicola Scagnellato, infermieri negli ospedali di Padova e Montebelluna, hanno diffuso il messaggio tra gli operatori nei loro reparti.

RUNNER PER LA RICERCA. Sono 31 i runners solidali di Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus che hanno scelto di affrontare 42 chilometri per far fare un passo in più alla ricerca sulle malattie oculari. E’ questo l’obiettivo di questi atleti, infermieri, impiegati, professionisti, mamme e papà di famiglia, che questa domenica affronteranno il lungo e difficile percorso della 29esima edizione della Venicemarathon portando sulle proprie gambe anche la missione dei ricercatori di Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus, che operano nei laboratori situati presso il Padiglione Rama nell’area dell’Ospedale dell’Angelo. Il progetto, denominato “Corri per la vista”, è infatti una delle sedici iniziative solidali rientranti nel Venicemarathon Charity Program, che fruttando il portale Rete del Dono ha già raccolto attraverso il sistema delle donazioni on line oltre 60 mila euro da destinare al sociale. Una gara di solidarietà a cui partecipa anche il Consorzio Promovetro Murano che donerà un premio in Vetro Artistico® Murano ai primi tre runners di Fondazione Banca degli Occhi campioni di solidarietà.

MOHIT, RICERCATORE ALLA MARATONA. C’è anche un nostro collega tra i runners di Venicemarathon: si chiama Mohit Parekh, viene dall’India e lavora con noi dal 2011 e si è messo in gioco questa volta non solo in laboratorio ma anche sul campo per far avanzare la nostra ricerca, che si occupa dello studio di alcune malattie genetiche e rare dell’apparato visivo, dalle distrofie corneali ai problemi retinici come la degenerazione maculare senile” afferma il Responsabile della Ricerca di Fondazione Banca degli Occhi, Stefano Ferrari.

NEL NOME DI NICOLA”. Già a una settimana dall’evento è stato intanto raggiunto e superato l’obiettivo di raccolta di 5 mila euro. “Gli amici del gruppo vicentino de “La Folgorante” da soli ne hanno raccolti più di duemila – afferma il Responsabile Raccolta Fondi della fondazione, Enrico Vidale – cinque maratoneti e quattro runners impegnati nella corsa breve di 10 chilometri che corrono nel nome di Nicola, un amico scomparso prematuramente che ha potuto donare le cornee. E questa è solo una delle storie e delle persone che abbiamo potuto incontrare grazie a questo progetto che unisce i valori dello sport a quello della solidarietà”