UBI JAZZ winter season “Il bello aiuta a crescere” (da marzo a maggio 2014)

Scritto da il 3 marzo 2014 alle 09:56

 

Torna Ubi Jazz, un itinerario di circa 25 appuntamenti fatto di musica e cultura che per più di due mesi (da marzo a maggio) animerà il territorio del miranese (Mirano, Santa Maria di Sala, Spinea, Scorzè, Martellago e Noale). La rassegna è organizzata dal Circolo 1554 e Confesercenti del Miranese, con il patrocinio e il contributo di Fondazione Riviera Miranese e i Comuni di Martellago, Mirano, Noale, Santa Maria di Sala, Scorzè e Spinea.
Anche quest’anno la rassegna ruoterà attorno al filo conduttore dettato dal sottotiolo Il bello aiuta a crescere: dopo il successo degli anni precedenti non potevamo infatti che confermare questo format, che mette al centro i bambini, la scuola, la formazione, l’invito a ricercare il bello e a riconoscerne la valenza educativa e culturale.
Particolare attenzione sarà dedicata al mondo dei bambini, sia nella programmazione (con eventi pensati appositamente per i più piccoli), sia nelle modalità di accesso ai concerti, che prevedono ingresso gratuito per i bambini e prezzo ridotto per gli accompagnatori (attraverso la formula Ubi Family). Anche quest’anno, inoltre, la testimonial della rassegna Rossana Casale incontrerà i bambini prima del suo concerto, seguendo le tracce di Stefano Bollani, Paolo Fresu/Omar Sosa e Rita Marcotulli, testimonial rispettivamente nel 2011, 2012 e 2013.

La rassegna iniziata domenica 2 marzo a Santa Maria di Sala con la musica dei Magnetic Sound Machine, ha confermato Villa Farsetti come la location di riferimento di tutta la rassegna, come già avvenuto nel 2013. La sala ovale della villa e’ adibita a Jazz Club, un luogo di ritrovo per ascoltare musica dal vivo e dove sarà presente anche un punto di ristoro.

Presentato anche il cd Ubi Jazz 2013, che raccoglie il meglio dei concerti dell’anno scorso.
La suggestiva location di Villa Farsetti sarà successivamente animata da iZeta Trio (7/03), con un originale progetto che collega la musica classica ai classici del jazz. Il 13 marzo sarà il turno del Tamburini – Onorati duo, che con il loro “Colours” intendono esplorare le contaminazioni tra linguaggio jazzistico e musica contemporanea. Infine si esibirà il nuovo trio di Roberto Gatto, il Gatto – Rubino – Conte Trio (19/03), composto da alcuni tra i più importanti esponenti del jazz italiano.

Una novità all’interno della rassegna è l’idea di dar spazio a una serie di “concerti didattici” pensati e dedicati ai giovani per avvicinarli al mondo della musica e del jazz in particolare, che saranno tenuti da alcune delle più importanti scuole di musica del territorio: il Liceo Musicale Giorgione, la Scuola T. Monke la Scuola La Semicroma. Ai concerti didattici saranno dedicate quattro domeniche pomeriggio (9, 16, 23 e 30 marzo), sempre nel Jazz Club di Villa Farsetti.
All’interno della Villa, inoltre, troveranno spazio contaminazioni musicali prettamente dedicate ai giovani grazie a collaborazioni con la storica associazione Rospi in Libertà e con il nuovo collettivo Farsetti Live (1, 14, 15, 22, 28, 29 marzo).

Noale, invece, ospiterà in occasione del tradizionale mercatino dei trovarobe una scoppiettante marching band veneziana sullo stile funk, i Funkasin (9/03).

L’evento clou della rassegna è rappresentato dall’esibizione di Rossana Casale al Teatro di Mirano (31/03) che, assieme al suo quartetto e con il patrocinio della Fondazione Giorgio Gaber, dedicherà una serata al teatro canzone del “signor G” e alla sua visione controversa dell’amore. Il concerto sarà anticipato dall’incontro pomeridiano gratuito tra l’artista e i ragazzi delle scuole del Miranese.

Al Teatro Elios di Scorzè andrà in scena il concerto della Fisorchestra diretta dal Maestro Mirko Satto (12/04), mentre la Chiesetta SS. Salvatore di Martellago ospiterà uno straordinario duo di virtuosi dei rispettivi strumenti, pianoforte e fisarmonica: Rita Marcotulli e Luciano Biondini (13/04).

A Spinea tre giornate consecutive di jazz: l’oratorio Santa Maria Assunta ospiterà un concerto tenuto dalle giovani promesse musicali del Miranese (8/05) e un evento di pianoforte a 4 mani con voce recitante di Marcuglia, Carraro e Stevanato (9/05). Infine la Biblioteca Comunaleospiterà la seconda edizione di JJU Session (10/05), occasione di sinergia culturale grazie alla collaborazione fra tre storiche associazioni del territorio (Jam, Jazz Non Stop e Ubi Jazz) e con il patrocinio ed il prezioso supporto di Fondazione Riviera Miranese.
Un’edizione di Ubi Jazz che serve anche a lanciare un appello, quello a puntare sulla formazione di nuove generazioni di artisti anche – e a maggior ragione – in un momento di crisi, in cui la politica lascia sempre meno spazio e risorse alla cultura.