“Real Bodies, scopri il corpo umano”, a Jesolo

Scritto da il 26 settembre 2014 alle 12:48

Comunicato Stampa

Una mostra made in Usa in anteprima mondiale

prolungherà la stagionalità di Jesolo

Per ora si conoscono solo il nome, “Real Bodies, scopri il corpo umano”, e il sito internet,realbodies.it,

del grande evento scientifico-culturale in arrivo a Jesolo dagli States in anteprima mondiale per l’allungamento stagionale.

    Sono le uniche informazioni rese note ieri con un cartello affisso all’esterno della struttura di fronte al Pala Arrex lungo via Aquileia. Di più non si sa, ma le aspettative sono alte e già le prime indiscrezioni riferiscono di un evento eclatante organizzato grazie ad unacollaborazione fra Italia e Stati Uniti dalla proprietà della società Aquarium & Reptilarium che già gestisce al Palazzo del Turismo il “Tropicarium Park”.

    Gli organizzatori tenteranno un’impresa che fra gli operatori del turismo è considerata quasi un’utopiaportare a Jesolo un indotto economico di tutto rispetto organizzando, per la seconda volta consecutiva, un evento culturale di grande successo che porti visibilità alla città e lavoro ai residenti jesolani nell’arco dei mesi invernali.

    La curiosità aumenta soprattutto da quando si sono sparse le voci che l’iniziativa espositiva, che punterà ad attrarre migliaia di visitatori dall’Italia e dall’estero, porterà a Jesolo la firma ed il volto di un famoso ed autorevole testimonial che ha sposato in toto il progetto e sta già collaborando ufficialmente al suo allestimento e promozione.

    “Nei mesi in cui gli imprenditori del turismo abbandonano la città di Jesolo per fare le vacanze ai Tropici o godersi le ferie natalizie - spiegano gli organizzatori - abbiamo voluto ancora una volta credere in questa città arrivando addirittura ad ingaggiare un team di esperti in comunicazione e marketing affinché la promozione dell’evento e della località balneare fosse affidata a mani capaci”.

    “Abbiamo chiesto il supporto del Comune di Jesolo - continuano - proprio per il valore collettivo che merita un grande sforzo gestionale ed economico che nasce dalla volontà di credere in una città balneare che d’inverno, senza iniziative di pregio, si svuoterebbe completamente.Speriamo che nel tempo la nostra voglia di dare a Jesolo un valore aggiunto stimoli altri imprenditori a seguire il nostro esempio